Dal 1° gennaio 2012 sarà obbligatorio inserire la classe energetica in tutti gli annunci immobiliari, sia per gli annunci di vendita che di affitto. L’obbligo di indicare la classe energetica si estende a tutti i tipi di annunci immobiliari: da quelli su internet, a quelli sulle riviste, ai cartelli, ai volantini e agli annunci in tv. Inizia quindi una corsa ad effettuare la certificazione energetica, dove, a seguito di appositi calcoli, viene indicata la classe energetica dell’edificio.

L’Agenzia, grazie ai propri tecnici abilitati, offre la sua consulenza per l’attestato di certificazione energetica, fornendo in pochi giorni il suddetto attestato con tariffe estremamente competitive facendovi risparmiare come sempre anche file ed intoppi burocratici. Potete avvalervi dei nostri servizi anche per accertamenti tecnici preventivi e accatastamenti ormai obbligatori per una corretta compraventita immobiliare.

RICHIEDI GRATIS UN PREVENTIVO PER L’ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA!

 

L’attestato di certificazione energetica è un documento ufficiale, valido 10 anni, prodotto da un soggetto accreditato (certificatore energetico) e dai diversi organismi riconosciuti a livello locale e regionale.

Gli obbiettivi dell’introduzione dell’attestato di certificazione energetica in Italia sono:

  • Permettere ai consumatori di scegliere la casa in base ai consumi energetici e non solo in base alla finiture estetiche, e generare una domanda importante di case a basso consumo energetico;
  • Informare i conduttori/proprietari degli immobili del consumo energetico degli edifici in cui vivono rendendo apprezzabile il costo economico della conduzione dell’immobile;
  • Sviluppare e rilanciare il settore edilizio, generando economie di scala sulle nuove tecnologie di risparmio energetico;
  • Sviluppare un sistema di tecnici e professionisti con know out in campo energetico;
  • Riqualificare energeticamente gli edifici esistenti, anche attraverso le detrazioni 55% sull’irpef, migliorando così la spesa energetica dell’intero Paese, liberando risorse da impiegare in altri campi;
  • Ridurre la dipendenza dell’Italia dal petrolio e altri idrocarburi;
  • Migliorare l’ambiente del pianeta.